News

Vacchi: Eternapoli al Teatro San Carlo Vacchi: Eternapoli al Teatro San Carlo

Postato da Ricordi 31 gennaio 2018

Il 16 febbraio il Coro e l’Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli presenteranno la prima assoluta di Eternapoli, monologo per due voci, coro misto e grande orchestra di Fabio Vacchi. Testo di Giuseppe Montesano. Toni Servillo è la voce recitante. Direttore: Donato Renzetti.
Il testo di Eternapoli è ispirato al romanzo, ‘Di questa vita menzognera’ di Giuseppe Montesano, che così lo presenta nel programma di sala (estrapoliamo alcune parti):

[…]Due mesi dopo l’11 settembre cominciai a scrivere un romanzo che si intitolò ‘Di questa vita menzognera’, e fu il mio modo di reagire alla paura. Intanto mi erano apparsi in carne e ossa i Negromonte, una famiglia napoletana che io vedevo universale nella volgarità e nella violenza di sottomettere tutto e tutti al proprio piacere, una famiglia di arricchiti che si alleava con un governo centrale falsamente democratico per impadronirsi dell’Italia intera. E ambientai 'Di questa vita menzognera' a Napoli, per il semplice motivo per cui uno scrittore racconta i luoghi che conosce meglio, i luoghi ai quali è legato dalle contraddizioni dell’amore. […]  
 I Negromonte erano arrivati a pensare che ormai […]  il loro sistema di arricchimento era arrivato al culmine, e prima o poi sarebbe decaduto. Che cosa potevano fare per arricchirsi ancora e ancora? Il solo business che restava ai Negromonte era mettere in vendita la vita stessa delle persone, trasformando l’intera esistenza in un parco tematico universale in cui le persone avrebbero recitato la propria vita invece di viverla […] e il Calebbano, un Calibano-Prospero manipolatore e maligno, lanciava il progetto a suo dire “geniale” di Eternapoli. 


Eternapoli è frutto di una stretta collaborazione tra Fabio Vacchi, Giuseppe Montesano e Toni Servillo.
Sempre citando la presentazione dell’autore:

 [...]E così ci mettemmo davvero a lavorare a Eternapoli, io scrivendo il testo e Toni leggendolo a me e poi a Vacchi a voce alta, con discussioni sul testo e con altre discussioni su come poteva essere secondo Vacchi la musica per un’opera del genere […]; e poi le revisioni del testo, e le discussioni fra noi tre sul far cantare in lingua napoletana un coro in un’opera di musica contemporanea, e insomma con quello che accade quando si prova a far passare il linguaggio di un romanzo dentro un’invenzione musicale. Finché pochi mesi fa Fabio ha completato la partitura di Eternapoli, e ci siamo resi conto che non aveva scritto una musica esteriore al testo come sovente capita, ma aveva tirato fuori dal testo ciò che le parole non possono dire, e che solo la musica è capace di suggerire […]



Eternapoli per attore, attrice, coro misto e grande orchestra
3. 2. cor.i. 2. cl.b. 3. / 6.3.3.1. / timp  perc (5) / arpa pf-cel / archi









 

 

 Toni Servillo: foto di Masiar Pasquali

 
Torna indietro
  • Condividi