News

Puccini: Tosca ‘versione 1900’ alla Scala

Puccini: Tosca ‘versione 1900’ alla Scala

Il 7 dicembre, il Teatro alla Scala inaugura la stagione operistica 2019/2020 con Tosca di Giacomo Puccini, diretta da Riccardo Chailly, nell’edizione critica di Roger Parker. La regia della produzione della Scala è affidata a Davide Livermore. Interpreti principali: Anna Netrebko, Francesco Meli e Luca Salsi. Scene di Giò Forma, costumi di Gianluca Falaschi.

Tosca, una delle opere più programmate, verrà qui presentata nella versione originale, andata in scena il 14 gennaio 1900 al Teatro Costanzi di Roma, e successivamente ritoccata dal compositore.
Il M° Chailly (dopo Turandot, La Fanciulla del West, Madama Butterfly, Manon Lescaut), continua così il percorso di presentazione delle opere di Puccini alla Scala, alla luce delle ricerche musicologiche più recenti.

La peculiarità dello studio di Parker sta nell’aver focalizzato l’attenzione sulla ricostruzione di varianti dell’opera finora sconosciute, fra cui quelle riconducibili, per esempio, solo alla prima rappresentazione romana (la versione che si ascolterà al Teatro alla Scala). 
A partire dall’autografo e dalla prima edizione a stampa dello spartito, Parker ricostruisce l’intera prima versione dell’opera, non a caso da lui ribattezzata 'Tosca 1900'. Ricostruzione che fornisce un inventario di differenze sorprendenti, tali forse proprio perché collegabili ad alcuni fra i momenti più iconici e ben noti dell’opera: dal finale del Te Deum corale nell’Atto I a quello del Vissi d’arte nell’Atto II, per non tacere di un’originaria ripresa di E lucevan le stelle nel finale generale dell’opera.

La prima scaligera presenterà una delle versioni proposte nell’edizione Parker che, tuttora in corso di realizzazione, includerà ulteriori elementi di novità nella storia di Tosca.
 

La riduzione per canto e pianoforte della versione che andrà in scena alla Scala è già disponibile su nkoda, la più grande libreria digitale al mondo di spartiti in abbonamento, insieme ai titoli della stagione scaligera 2019-2020.


Immagine: GIÒ FORMA S.r.l.

 
Torna indietro