Vincenzo Bellini – Edizione Critica

Bellini Critical Editions

Le Opere di Vincenzo Bellini
Pubblicate da Casa Ricordi con il contributo e la collaborazione del Teatro Massimo “V. Bellini” di Catania
Direttori dell'Edizione:
Fabrizio Della Seta, Alessandro Roccatagliati, Luca Zoppelli

Partitura:
volumi in cartonato, 24 x 34 cm
Commento critico:
volumi in cartonato, 17 x 24 cm (Introduzione storica e Commento critico in Italiano)
Riduzione canto e pianoforte:
volumi in brossura, 20 x 27 cm (Introduzione storica e Commento critico in Italiano e Inglese)

Attesa da tempo da esecutori, appassionati e studiosi, ha preso l’avvio nel 1999 l’Edizione Critica delle Opere di Vincenzo Bellini, pubblicata da Casa Ricordi con il contributo e la collaborazione del Teatro Massimo V. Bellini di Catania. La collaborazione tra editore musicale specializzato e grande teatro lirico rappresenta una formula di particolare importanza, consentendo ai curatori, nel lavoro di stesura delle partiture, di verificare le loro scelte sulla base di un’esperienza diretta di ascolto.

I dieci melodrammi (alcuni dei quali conservati in versioni divergenti, da considerare come testi indipendenti), la musica vocale da camera, la musica sacra e quella strumentale costituiscono un corpus contraddistinto da una particolare posizione storica. Se da un lato infatti l’attività compositiva belliniana partecipava della prassi coeva, fatta di varianti, riscritture, riutilizzi e compromessi, dall’altro la nascente coscienza professionale, l’aspirazione evidente all’originalità dello stile e la pianificazione dei tempi di scrittura si tradussero in un’accuratezza di stesura che conferisce grande autorevolezza al segno autografo di Bellini. L’edizione mira a riproporre il testo belliniano nella sua peculiarità sonora e drammaturgica.

Come nella consolidata prassi stabilita nelle più importanti edizioni critiche, l’edizione Bellini mira a soddisfare le esigenze sia degli esecutori sia degli studiosi, restituendo all’utilizzo teatrale e allo studio critico testi attendibili, ripuliti dagli appiattimenti della routine, ma al tempo stesso resi disponibili nella loro vitalità teatrale e nella ricchezza delle versioni approntate o accettate dal compositore, consentendo inoltre un’adeguata circolazione di quelle partiture che troppo spesso il repertorio ha accantonato acriticamente come “minori”.


Titoli disponibli

IV. La straniera
A cura di Marco Uvietta
Due volumi: partitura + commento critico pp. I-LXXIII, 1-326 / I-VII, 327-613
NR 138876

VI. I Capuleti e i Montecchi
A cura di Claudio Toscani
Tre volumi: partitura pp. I-XLV, 1-358 / I-VII, 359-648 + commento critico
NR 138469
Riduzione canto e pianforte
CP 138472

VII. La sonnambula
A cura di Alessandro Roccatagliati e Luca Zoppelli
Due volumi: partitura pp. I-LXXIX, 1-475 + commento critico
NR 138618
Riduzione canto e pianoforte
CP 138621

X. I Puritani
A cura di Fabrizio Della Seta
Quattro volumi: partitura pp. I-LXXV, 1-487 / I-VII, 489-908 / I-VII, 911-1305 + commento critico
NR 139244
Riduzione canto e pianoforte
CP 139247

XIV. Musica vocale da camera
A cura di Carlida Steffan
Un volume: partitura + commento critico: pp. I-LIV, 1-196
NR 140185

XV. Musica strumentale
A cura di Andrea Chegai
Due volumi: partitura pp. I-XLVIII, 1-415 + commento critico
NR 139495


In preparazione

I. Adelson e Salvini (2 versioni)
II. Bianca e Gernando (2 versioni)
III. Il pirata
V. Zaira
VIII. Norma
IX. Beatrice di Tenda
XI. Ernani (frammenti)
XII. Musica sacra (2 volumi)
XIII. Musica vocale con orchestra
XVI. Schizzi vari